La storia

La storia è quello che rende un prodotto per l’intrattenimento, parlando sia di film che di anime, qualcosa di memorabile o di scarsamente significativo. Non c’è scena d’azione o capolavoro grafico che possa riscattare una storia debole, perché ciò che realmente ci colpisce, ci fa riflettere e ci lascia qualcosa è quello che i personaggi vivono.

Le storie delle serie anime giapponesi si sono molto evolute dagli anni ’70 ad oggi; le prime erano piuttosto semplici e un po’ ripetitive anche nella caratterizzazione dei personaggi, mentre le più recenti sono complesse e molto più simili a prodotti per il cinema. Ed è per questo che i prodotti dell’animazione più recente sono spesso i più interessanti, e non solo per l’evoluzione delle tecniche ma anche per la profondità dei messaggi che trasmettono.

In questa fase vi chiedo di pensare ad una storia per la vostra animazione, a tutto quello che sarà dietro i pochi secondi del video che realizzerete. Fate in modo, però, che sia piuttosto breve (massimo una pagina di quaderno) perché la capacità di essere brevi è un’ottimo esercizio. Pensate chi ne sarà il protagonista, da dove viene, che cosa fa, cosa gli succede e quali altri personaggi sono coinvolti. Questa cornice, anche se non è proprio un esercizio tecnico, è fondamentale per dare un corpo alla vostra narrazione.

Buon lavoro!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.